Mar 192015
 

Brianza bella

Un mese fa abbiamo iniziato la nostra avventura “bella e buona” mettendo online questo portale. In queste prime quattro settimane, in una fase che vuole essere di “rodaggio”, abbiamo iniziato a raccontare una Brianza diversa fatta di tante cose piacevoli e di sole notizie positive.
Il primo riscontro è stato al di la di ogni più rosea aspettativa perché nel giro di così poco tempo abbiamo superato abbondantemente i 4000 contatti e questo ci lusinga e ci sprona a fare sempre meglio. Nell’ultimo weekend un maledetto blackout, dovuto a cause ancora non chiare, ci ha impedito di toccare il traguardo dei primi 5000. Il tutto senza aver più di tanto pubblicizzato il portale, proprio perché siamo ancora nei giri di prova, prima di affrontare il nostro gran premio.
Per carità, sono soltanto scarni numeri, forse con poco significato, che però iniziano già a dirci qualcosa.
Significano che nella gente c’è tanta voglia di sentir parlare di cose “belle e buone” perché tutti noi siamo davvero stanchi di ascoltare quasi sempre notizie nefaste, dalla politica alla cronaca. I nostri telegiornali sono un vero e proprio campo di battaglia, dove la quotidiana rincorsa alla notizia brutta mostra un Paese totalmente ripiegato su se stesso.
C’è fortunatamente un’Italia ancora viva e vegeta, in grado di produrre eccellenti prodotti. Che combatte la crisi e, tra mille difficoltà, ha il coraggio di guardare oltre la siepe; un’Italia che riesce ancora a vedere il bicchiere mezzo pieno.
Nel nostro “piccolo” abbiamo un territorio che, dalla pianura ai laghi, fino a toccare le meravigliose Prealpi, può dare tanto al visitatore.
L’idea di BrianzaPiù nasce proprio da questa voglia di promuovere le nostre grandi eccellenze, raccontando i tanti personaggi positivi, i mille luoghi particolari, i numerosi talenti che ancora si trovano da queste parti, i buoni piatti della tradizione, i grandi cuochi che ancora sono capaci di deliziare il palato non disperdendo un patrimonio culturale che si perde nei secoli.
BrianzaPiù vuole essere un contenitore di storie belle e di cose buone.
In questo primo mese di attività abbiamo incontrato numerose realtà positive e tante altre ne incontreremo per darvi una fotografia sempre più nitida di una terra che vuole ancora affermare il suo storico valore; un’area-sistema economico che era riconosciuta tra le più avanzate d’Europa in tanti settori, dall’industria all’artigianato.
Il percorso è solo all’inizio ma siamo fiduciosi del prodotto che vogliamo offrirvi perché il gruppo di lavoro che si sta via via assestando è formato da ottimi conoscitori del territorio, bravi colleghi che amano scrivere perché animati da sana passione per ciò che fanno e soprattutto con la missione di rendere un servizio utile al lettore e alla Brianza.
Grazie per questi primi consensi che ci danno lo sprone per continuare sulla strada intrapresa, senza alcuna presunzione, ma solo con la voglia di fare bene e di raccontare bene il tanto bene che c’è.

Carlo Gaeta

Ti piace?
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial