Giu 292015
 

Como e Lecco coinvolti nella grande kermesse teatrale che si apre a Varese nei Giardini Estensi il 1 luglio con Butterfly.

Festival InsubriaTERRA E LAGHI un grande e straordinario Festival, promosso da Teatro Blu con la direzione artistica di Silvia Priori, si svolgerà da luglio a ottobre in tutta l’Insubria presentando 53 spettacoli di teatro nelle più belle location delle aree di confine. La manifestazione si avvale del sostegno di 46 Comuni e delle Province di Varese, Como, Lecco, Verbano Cusio Ossola, Nocara e della Repubblica del Canton Ticino. Il Festival si aprirà a Varese l’1 luglio alle h 21 ai Giardini Estensi ( in caso di maltempo all’ UCC Teatro di Piazza Repubblica), ingresso gratuito, con la première di “BUTTERFLY” ultima opera di Teatro Blu presentata in anteprima per Next e finanziata da Regione Lombardia. Butterfly è una storia dedicata alla bellezza e alla ritualità, alla fedeltà e all’onore; una narrazione in opera giapponese tratta da uno studio su “ Madame Butterfly” di David Belasco, scritto e interpretato da Silvia Priori con la regia di Kuniaki Ida e la partecipazione di: Kaoru Saito: soprano, Gruppo Aikido: Francesco Dessì, Federica Di Marino, Soraya Perez, Claudio Sala, Graziano Scicolone, Riccardo Tavolazzi, Gruppo Kotoji (Tamburi Taiko giapponesi), Collaborazione alla regia di Roberto Gerbolès, Musiche: Robert Gorick – Scene: Luigi Bello Costumi: Sartoria Bianchi – Milano e Vittoria Papaleo.

“Butterfly aprirà il Festival Terra e Laghi e con esso torna una delle iniziative che più sanno animare e dare lustro a tutta l’Insubria: il suo grande pregio è quello di contribuire a creare un’interazione virtuosa tra spettacolo, cultura e tradizioni del territorio” ha detto l’Assessore della Regione Lombardia Cristina Cappellini presentando la 9ª edizione del Festival ‘TERRA E LAGHI nell’Insubria.

“Nove anni di straordinarie relazioni internazionali – ha affermato Silvia Priori – di capillare lavoro sul territorio, di collaborazioni con gruppi artistici di rilievo, di tenace ricerca di contributi, di fiducia ottenuta, di sfide coraggiose, di premi. Dal 2007 a oggi nove edizioni di un Festival diventato, grazie anche alla collaborazione di autori, registi, attori, un’eccellenza nell’Insubria.  L’idea del Festival è di “portare il teatro fuori dal teatro”: gli spettacoli saranno infatti presentati nei luoghi più caratteristici dell’Insubria: siti archeologici, parchi, ville, canoniche, castelli, piazze e cortili. In questa ottica il teatro diventa uno strumento per valorizzare il patrimonio storico e architettonico appartenente ai territori di confine e reciprocamente queste bellezze fungeranno da splendida cornice agli eventi stessi”. 

“Il Festival – ha spiegato l’assessore regionale Cristina Cappellini -, che quest’anno si aprirà nella meravigliosa cornice dei Giardini Estensi a Varese e avrà un calendario ancora più ambizioso rispetto agli scorsi anni, fa parte dei progetti integrati nella programmazione di Expo 2015. Nato come progetto italo-svizzero per la promozione turistica e culturale dei territori di confine, ha dato vita oggi a una solida rete tra istituzioni pubbliche, ne è esempio quello con la Regione Piemonte e la Regio Insubrica, private, culturali e artistiche, italiane e svizzere, traendo la sua forza proprio dalla coesione e collaborazione tra queste realtà”.

Una collaborazione che potrebbe coinvolgere il prossimo anno anche la Macroregione alpina, con spettacoli itineranti in tutti i 7 Stati che fanno parte del progetto. 

Il festival coinvolge 2 nazioni (Italia e Svizzera); 2 Regioni (Lombardia e Piemonte); 5 Province italiane (Varese, Como, Lecco, Verbania Cusio Ossola, Novara) e la Repubblica del Canton Ticino (Svizzera); 46 Comuni dell’Insubria. Sono previsti 53 spettacoli che vedranno impegnate 35 Compagnie professioniste e coinvolti 100 artisti provenienti da 3 continenti: Europa, America, Asia. 15.000 sono gli spettatori stimati per l’edizione 2015.

MANIFESTO 2MB terralaghi-2015

Ti piace?
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial